In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Note

Alla versione in italiano di Social Control in Scientology.

A cura di Harry.

 
[01] Gioco di parole. Informer, "informatore" e former, "ex" - evidentemente riferito agli ex scientologist che curano le pagine di questo notiziario. 
 
[02] L'autore è stato in Scientology dal 1973 al 1986... 100.000 dollari erano allora un po' più degli attuali 170 circa milioni di lire. 
 
[03] Per informazioni (e ordini) potete dare un'occhiata alla pagina dell'autore, Steve Hassan: 
 
 
www.shassan.com

 
[04] Il libro è distribuito anche in versione elettronica. Potete trovarlo - insieme a molti altri (in inglese) - alla pagina: 

 

www.ncf.carleton.ca/~av282/books.htm#index
 

[05] Disponibile in versione elettronica. Potete trovarlo in lingua originale alla pagina: 

 

www.factnet.org/Scientology/books.htm.
 

[06] placebo: «prodotto farmaceutico composto interamente da sostanze inerti; viene somministrato a pazienti con disturbi di natura non organica, a scopo suggestivo» 
 
[07] Erving Goffman è un rinomato professore di antropologia e sociologia all'università di Pennsylvania. 
 
[08] The Presentation of Self in Everyday Life, Doubleday Anchor Books, 1959. Asylums: Essays on the Social Situation of Mental Patients and Other Inmates, Doubleday Anchor Books, 1961. Relations in Public, Harper Torchbooks, 1972. Le opere di Goffman citate da Penny sono tutte tradotte in italiano. Mauro Wolf scrive: «il mondo di Goffman [...] è la descrizione del fondamento sottile e fragile su cui poggiano le trame estese delle nostre relazioni quotidiane. [...] quanto profonda e fragile sia la rete dei legami espressivi su cui costruiamo il senso della realtà sociale» 
  
[09] vedi Capitolo 9, Il controllo sulla parola. 
 
[10] vedi nota 2
 
[11] entrambi disponibili in lingua italiana presso: 

 
 
xenu.com-it.net
 

[12] vedi nota 3
 
[13] bonomia: «grande disponibilità; naturale disposizione verso gli altri» 
 
[14] vedi articolo conclusivo, L'Autore. 
 
[15] niacina: vitamina B3. Fonti principali: cereali integrali, lievito, fegato e altra carne. 

[16] Keeping Scientology Working, lettera di policy del 7 Febbraio 1965. 
 
[17] alcuni riferimenti bibliografici possono essere rinvenuti alla pagina: 
 

 
www.ncf.carleton.ca/~av282/books.htm#index
 
 
[18] vedi nota 16
 
[19] vedi formula della Condizione di Tradimento
 
[20] maiuscole nell'originale. 
 
[21] il brano citato da Penny è tratto dal volume Relazioni in pubblico - microstudi sull'ordine pubblico, di Erving Goffman. L'edizione in mio possesso è datata 1981, Bompiani. La traduzione è di Piero Dorfles. Il passo si trova nel capitolo 6, "Le apparenze normali", parte prima, pagine 157-158. 
 
[22] «Quando il soggetto percepisce che c'è qualcosa che non va, la sua attenzione e la sua sensibilità si mobilitano; se l'allarme risulta giustificato, subentra un comportamento adattivo, se invece ci sono informazioni rassicuranti e l'allarme si rivela falso, la concentrazione svanisce rapidamente» - tratto da Relazioni in Pubblico, Goffman, pagina 171. 
 
[23] Mauro Wolf, nella postfazione alla versione italiana di Relazioni in Pubblico, scrive: «Ogni persona [...] è manipolabile, e il suo apparire 'come al solito' può essere proprio il segno di una soggiacente falsificazione, di un inganno teso, di un controllo in atto» (pag. 320). Goffman commenta: «Quanto abile, per non dire osceno, è il funzionamento della società, quando occasioni di coercizione definitiva possono essere usate per riaffermare ritualmente il rispetto degli oppressori e il libero arbitrio della vittima!» (pag. 274, nota 12). 
 
[24] In Scientology non esiste qualcosa come il "cattivo controllo". Quando si controlla una macchina (e, per estensione, una persona) in maniera non soddisfacente, si dice che vi è assenza di controllo. La definizione di controllo incorpora in sé l'esercizio di un controllo totale. - per approfondimenti vedi I problemi del lavoro, L. Ron Hubbard. 
 
[25] «L'individuo si astiene da azioni scorrette agendo come il poliziotto di se stesso. [...] Quando inizia a compiere delle trasgressioni, le parti offese possono avvertirlo che sta sbagliando strada, che è imminente una disapprovazione e che, se continua, lo può attendere la privazione» (Relazioni in pubblico, Erving Goffman, pagina 225). 
 
[26] vedi Capitolo 9, Il controllo sulla parola. 
 
[27] vedi nota 2
 
[28] W.I.S.E., World Institute of Scientology Enterprises (Istituto Mondiale delle Imprese di Scientology). 
 
[29] nell'originale è "Markabian invaders" ("invasori Markabiani"). In un documento del 1995, Jon Atack scrive: «Hubbard ha portato i suoi seguaci a credere che i suoi insegnamenti erano l'obiettivo di una cospirazione di proporzioni più che planetarie. Secondo gli insegnamenti segreti, la cospirazione è opera di alieni. Gli scientologist sono i 'soldati della luce' reincarnati nel quadrillenia per combattere la minaccia dei 'preti e degli strizzacervelli', le Persone Soppressive che controllano il mondo. Gli scientologist si devono infiltrare in posizioni di potere, fare rapporto sulle loro scoperte e usare la loro influenza a beneficio di Scientology» 
 
[30] Gli Scientologist chiamano postulati i loro desideri e intenzioni (volontà). Si convincono presto che cose come quella riportata da Penny siano vittorie dovute alla loro partecipazione in Scientology. 
 
 
 
INDICE  
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it